Tag Archives: Cutro

Fermato Carmine Sarcone, per i pentiti di Aemilia è il reggente della cosca emiliana

La 'ndrangheta a Reggio Emilia: il 39enne, fratello di Nicolino e Gianluigi, entrambi imputati al maxi processo, è stato fermato a Cutro dai carabinieri.

Processo Aemilia, scorta al sindaco di Reggio Emilia dopo la lettera spedita a un giornale

Nella lettera gli ricordava le mani strette durante la campagna elettorale e lo invitava a rammentare “chi c’era al funerale di suo suocero”. Chiedeva le sue dimissioni e gli rimproverava di aver difeso i cutresi solo dopo che sua moglie era

Le mani sulla città: così la ‘ndrangheta ha cementificato Reggio Emilia

Vent’anni di gru, di camion, di escavatori. Di “economia che gira”. Economia legale e illegale. Imprenditoria sana e imprenditoria malata, criminale. Legate in un groviglio d’interessi a volte inestricabile, di cui ora resta il pesante lascito fatto di migliaia di

Padova, sigilli ai beni di “Gheddafi”. Sequestrati immobili per 3 milioni di euro e un’azienda

Beni immobiliari per un valore di tre milioni di euro riconducibili, anche attraverso interposta persona, a Domenico Multari, 51enne di Cutro, Crotone, alias “Gheddafi”, sono stati sequestrati dalla Direzione investigativa antimafia di Padova, coordinata dalla Dda di Venezia. Oltre agli immobili (allocati tra Veneto e

Verona, sequestrato immobile della ‘ndrangheta Aggredita una fotografa de L’Arena

Una fotografa del nostro quotidiano “L’Arena di Verona” ha denunciato di essere stata aggredita stamane a Zimella mentre in servizio stava fotografando uno degli immobili di proprietà di un presunto ’ndranghetista affiliato alla cosca Dragone, Domenico Multari, posti oggi sotto

Reggio Emilia, l’antimafia blocca azienda che finanziò la Lega nord

La Dia impone lo stop all’appalto per la costruzione della circonvallazione di Novellara, quella che gli ambientalisti chiamano la “tangenziale discarica”. Le indagini hanno portato alla sospensione dell’appalto e alla revoca della certificazione antimafia alla ditta Bacchi di Boretto, notissima in

Reggio Emilia, il bancomat delle ‘ndrine

Un agguato in piena regola ha risvegliato le coscienze assopite dei reggiani. E’ il 23 novembre scorso. Alle 8 di sera Vito Lombardo – imprenditore edile originario di Cutro che dal ’68 vive a due passi da Coviolo, una frazione

Emilia, la mafia della porta accanto

1 ottobre 2010, Reporter.it, di Domenico CantarelliCi sono quelli che minimizzano. E quelli che lanciano l’allarme. Ci sono quelli che “a Parma la situazione è peggiore”. E quelli che “sì, ma a Modena stanno meglio”. Ci sono quelli che incendiano,