Fibra ottica: cos’è e come scegliere la migliore offerta

0
1296
Fibra ottica

La maxi velocità della rete passa attraverso due grandi sistemi di connessione: l’ADSL e la fibra ottica. La prima è stata la tecnologia che per oltre un decennio ha permesso di portare internet a casa di tutti gli italiani attraverso un sistema cablato di rame. Essa viaggia a alta velocità con offerte a banda larga e ultralarga di elevate performance. La fibra, invece, è più recente ed è la soluzione che ha permesso di velocizzare ulteriormente la connessione di rete portandola in casa attraverso un’infrastruttura fondata su materiali differenti. Oggi vedremo tutto quello che c’è da sapere sull’argomento a partire da come scegliere una buona offerta.

Compara le migliori tariffe per avere la fibra ottica

La prima cosa che devi sapere è che per scegliere l’offerta internet ad alta velocità che soddisfi meglio le tue esigenze trovi servizi web che ti aiutano a confrontare le migliori tariffe per la fibra ottica. In questo modo hai sempre una panoramica esaustiva su quali sono le migliori offerte del momento e puoi scegliere con calma quella che si addice meglio alle tue esigenze di navigazione.

Veniamo ora alla fibra: cos’è e come funziona?

Si tratta di un sistema in filamenti di fibra di vetro e di polimeri plastici capace di trasferire molte informazioni contemporaneamente e ad altissima velocità. I cavi di fibra sono coperti da una guaina in gomma che li rende leggeri e resistenti a tutte le avversità. I cavi di ultima generazione trasportano immani quantità di dati per la comunicazione internet e per la telefonia sfruttando i segnali di luce.

Immagina un fascio di filamenti raggruppati e ognuno di questi dotato di una sezione interna trasparente ed una riflettente. La sezione opaca e la guaina imprigionano i fasci di luce all’interno, sotto forma di impulsi che rimbalzano per lunghe distanze trasportando con sé le informazioni trasmesse tra i dispositivi adibiti alla trasmissione e alla ricezione di tali impulsi. Questi non sono altro che i modem o router specifici per la trasmissione di dati su reti in fibra e dei server delle infrastrutture degli operatori.

Le reti in fibra sono proposte come FTTS e FTTH

La prima è l’acronimo di Fiber to the street ed è l’opzione considerabile “più lenta”. Il Segnale alla massima velocità della fibra va dalla centrale del gestore alla centralina disposta in strada da cui diparte il cavo in rame che raggiunge l’abitazione.

Al contrario FTTH è l’acronimo di Fiber to the home e si tratta della rete più veloce perché si dirama dalla centralina fino alla casa dell’utente senza causare i cosiddetti “colli di bottiglia” che rallentano la fibra FTTS.

Come scegliere?

Per il consumatore è importante sapere che la scelta dell’offerta internet dipende molto anche dalla zona in cui si desidera attivare il servizio. Il punto, quindi, non è tanto scegliere tra fibra e ADSL ma valutare l’operatore che risponda meglio ed in modo più performante alle esigenze di connessione. Per farlo è sempre consigliabile fare una verifica sulla copertura della propria zona e attivare il contratto valutando attentamente tutte le condizioni e i servizi aggiuntivi.