Fotografia di ritratto: consigli utili

0
251
fotografia di ritratto
Al giorno d’oggi, la fotografia di ritratto è quella che maggiormente viene fatta, e forse non ce ne rendiamo nemmeno conto. “Facciamoci un selfie”. Quante volte viene detta questa frase in un giorno? Quanti ne vengono pubblicati online sui diversi social network? Davvero milioni. Vista la grande diffusione di questo tipo di fotografia, è arrivato anche il momento di far davvero sul serio e cercare di imparare come fare le migliori foto di ritratto in assoluto. Per molti potrebbe essere un gioco, ma per altri potrebbe essere la nascita di una vera e propria passione, e perchè no, anche di un lavoro. Fare un ritratto non è mai facile. Si desidera che il soggetto appaia nel miglior modo possibile lasciando trasparire tutta la sua bellezza ed anche un pò della sua anima. Già da questa piccola frase puoi ben capire come sia davvero difficile. Tuttavia, ci sono alcune piccole regole e trucchi del mestiere che ti possono venire davvero in aiuto. Prima di tutto, accertati di essere in possesso di un’ottima fotocamera Smartphone. Se di base hai un buon livello di questo strumento, sei già a buon punto. Scopriamo ora, invece, quei piccoli dettagli che ti possono aiutare nel tuo scopo finale.

Fotografia di ritratto: tecnica e regole

Il ritratto fotografico è fatto da tecnica ma anche da emozioni. È importante, infatti, che si instauri un bel legame di fiducia e confidenza tra chi scatta la foto ed il soggetto vero e proprio. Il ritratto non è solamente un viso su una foto e stop. È molto di più. Non stiamo parlando di una fototessera per i documenti. Il ritratto fotografico deve essere una foto che mostra davvero chi è quella persona. Si, ci rendiamo conto non è facile, ma è davvero entusiasmante il provare a riuscirci. Noi prima abbiamo un pò scherzato parlando di selfie, ma la realtà è che la fotografia di ritratto è un vero e proprio ramo del settore fotografico e per alcuni è anche una vera e propria specializzazione. La prima regola l’abbiamo già in parte svelata, ed è quella di creare un piccolo rapporto con la persona da fotografare. Parla un pò con lei finché sistemi l’attrezzatura così da sciogliere il ghiaccio e farla sentire più a suo agio. Ora, però. passiamo anche alle altre regole fondamentali.

Fotografia di ritratto: la messa a fuoco

La prima cosa che devi osservare è la messa a fuoco. Un primo piano deve avere necessariamente la messa a fuoco sugli occhi, vero specchio dell’anima. Prova a pensare ad una delle tante foto che puoi ammirare nei giornali in cui vi è un primissimo piano. Gli occhi sono sempre la prima cosa che si andrà a notare. Ecco che, in questi casi, la tua attenzione deve essere proprio in quei punti.

Fotografia di ritratto: la luce

Altra cosa estremamente importante è la luce. Inutile dire che la migliore in assoluto è quella naturale. Evita le ore centrali della giornata dalle ore 11 alle ore 15. Questo perché in questi orari la luce sarebbe troppo chiara e potrebbe portare ad un effetto finale meno spettacolare. Fai attenzione anche alle ombre. Posiziona il soggetto in modo che non abbia nessuna ombra sul suo volto. Altra cosa importante è poi lo sfondo nel caso tu voglia fotografarne un piccolo pezzo. Se la luce è ancora molto chiara opta per uno sfondo scuro, se invece la luce è meno forte (tipo l’alba od il tramonto) ecco che hai una scelta molto più vasta su dove posizionare il soggetto.

Fotografia di ritratto: la regola dei terzi

Passiamo ora ad un aspetto un pò più tecnico. Per inquadrare al meglio il tuo soggetto devi anche pensare ad una composizione fotografica perfetta. In questo ti aiuta la regola dei terzi in cui, praticamente, andrai a suddividere il tuo schermo in ben 9 quadrati di uguali dimensioni. Non ti preoccupare, sia gli smartphone che le macchine fotografiche hanno la funzione reticolato che lo fa apparire con un semplice click finché non avrai fatto un pò di pratica. Solitamente, il soggetto dovrebbe trovarsi nel quadrato centrale. In questo modo avrai un giusto bilanciamento tra la persona e lo sfondo. Tuttavia, ci sono anche molte altre strade che puoi prendere e qui entra in gioco la tua creatività e bravura. Potresti, infatti, far combaciare un dettaglio con un vertice di un quadrato, o porre il soggetto tutto da un lato e lasciare tutti gli altri quadrati ricchi di sfondo. Insomma, lascia andare la tua fantasia ma tieni a mente che i vertici del quadrato centrale sono i punti focali da sfruttare.

Fotografia di ritratto: il movimento

Infine, dobbiamo ammetterlo: mettersi in posa è davvero difficile per molti. Sembrare naturali, poi, diventa quasi impossibile. Ed allora come fare? Il segreto sta quello nel far muovere il soggetto. Ovviamente non stiamo parlando di una vera sessione di ginnastica ma chiedete al soggetto di fare piccoli movimenti e prendere diverse posizioni così da riuscire a cogliere al meglio il momento di naturalezza. Qui la bravura sta proprio nelle tue capacità , ed è per questo che non tutti possono fare il fotografo professionista. Ma non ti demoralizzare perché con la pratica avrai davvero le tue grandi soddisfazioni.