L’allarme dell’Antimafia sulla ‘Ndrangheta in Lombardia: “E’ diventata un moderno franchising criminale”

«Un comune al servizio dei clan». Così i magistrati della Direzione distrettuale antimafia (DDA) di Milano e della procura di Monza avevano commentato l’ennesima inchiesta su appalti e ‘Ndrangheta in Lombardia. L’indagine era Leggi tutto

Mantova, Inchiesta Pesci, arriva un altro pentito

Salvatore Muto, condannato a 18 anni, braccio destro del capocosca Lamanna, martedì è stato portato in un luogo segreto. Sarà interrogato nei prossimi giorni dalla Dda Leggi tutto

«Ecco il tesoro dei clan liguri». Ma la Svizzera nega le carte

C’è un momento in cui questa storia sembra diventare anche un dramma familiare in stile Dinasty: «Lassù c’è tutto», si dicono con una certa apprensione Caterina e Antonio Mamone. Sono pronti a portare Leggi tutto

‘Ndrangheta, l’Antimafia: «A Genova si è infiltrata tra i portuali»

In Liguria la ‘ndrangheta è riuscita a infiltrarsi anche nei gangli vitali della società, «creando occasioni di illecito arricchimento in un territorio attanagliato da una grave crisi economica e sociale», tanto da arrivare Leggi tutto

I segreti di Micu, il rampollo criminale pentito

Le confessioni di Domenico Agresta testimone al processo Caccia: “Il mio nome è il mio destino” Leggi tutto

 

L’allarme dell’Antimafia sulla ‘Ndrangheta in Lombardia: “E’ diventata un moderno franchising criminale”

«Un comune al servizio dei clan». Così i magistrati della Direzione distrettuale antimafia (DDA) di Milano e della procura di Monza avevano commentato l’ennesima inchiesta su appalti e ‘Ndrangheta in Lombardia. L’indagine era quella che ha azzerato il comune di Seregno il

Ndrangheta a Voghera: i metodi peggiori nelle rivelazioni di un pentito

«È una regola di ‘ndrangheta che non si possa avere a che fare con le istituzioni se non si appartiene alla Società maggiore». Lo ha raccontato agli inquirenti il pentito Giuseppe Dimasi. Il collaboratore di giustizia era stato arrestato a novembre 2016 nell’ambito dell’operazione

Buccinasco, il boss Papalia rivuole il «suo» cortile confiscato dallo Stato: «Anch’io voglio farci qualche festa»

l boss 66enne, uscito dal carcere dopo 26 anni e sottoposto alla sorveglianza speciale, è andato in Comune per protestare dopo un evento antimafia. Metà della villetta è in uso a un’associazione e ospita sei profughi minorenni

Armi nascoste nei televisori e affari sporchi col riso: è la ’ndrangheta dell’Oltrepò

«Con un’ora di paura sono entrati 15.000 euro». Il boss Marco Ferrentino divise il denaro, il risultato dello spaccio di droga, tenendo per sé 6.000 euro: «Sono per i carcerati». È uno degli episodi, del 2014, che Giuseppe Dimasi, 29 anni, ha

Mantova, Inchiesta Pesci, arriva un altro pentito

Salvatore Muto, condannato a 18 anni, braccio destro del capocosca Lamanna, martedì è stato portato in un luogo segreto. Sarà interrogato nei prossimi giorni dalla Dda

Blitz contro la ‘ndrangheta a Seregno: «Questa è gente che spara per niente»

Il volto violento e prepotente delle giovani leve dei clan in Brianza. Che come in Calabria, avanzano pretese su tutto, forti di sangue e cognome. E diventano «giudici civili e penali, ordinatori e giustizieri, arrogandosi i delicati poteri esercitati dallo

Milano, incendiata auto davanti alla casa del sindaco di Buccinasco

L’incendio mercoledì mattina: è caccia all’autore. L’auto era di proprietà di una vicina di casa del primo cittadino. Pochi giorni fa altre tre vetture date alle fiamme

Lombardia, i politici e la ‘ndrangheta Il costruttore e i contatti al Pirellone «Dice Mario che pensa a tutto lui»

Gli incontri e le telefonate di Lugarà, legato ai clan. L’ipotesi di affari sulle cliniche

Seregno, il sindaco dei proclami per la legalità diventato «zerbino» per favorire i boss

Edoardo Mazza sviene alla vista dei carabinieri arrivati per arrestarlo

Sindaco di Seregno arrestato, «Con ’sti ignoranti è il tuo pane»: Antonino e la schiera di zerbini

L'’imprenditore 64enne Lugarà gestiva di fatto la vita politica del Comune dell’hinterland milanese, tramite Edoardo Mazza. La rete per i favori e il secondino messaggero. L’ex finanziere: così fermai il prestanome